Maggio 20, 2020

Poldo Sbaffini: la spalla comica di Braccio di Ferro

Poldo Sbaffini

Poldo Sbaffini è un celebre personaggio del fumetto e cartone Braccio di ferro, nato dal genio di Elzie Crisler Segar. Il cartone, nella sua ultima versione gestita dalla Hanna & Barbera production, fu diretto dal regista Gene Deitch, recentemente morto all’età di 95 anni a causa di un malore.

Poldo Sbaffini fa la sua prima apparizione nei fumetti nel 1931, mentre nel cartone compare fin dalla prima puntata. Nel cartone è un personaggio banalizzato, una spalla comica che anima ulteriormente la scena. Viene presentato come un personaggio impacciato, ghiotto di hamburger, ma molto furbo. È un uomo piuttosto corpulento, di media altezza, e con i baffi diradati: infatti sul suo viso compaiono solo cinque peli.

Poldo Sbaffini e Braccio di Ferro: tutte le informazioni sul cartone

Braccio di ferro fa la sua prima comparsa nel fumetto nel 1929, molti anni dopo rispetto ad Olivia, mentre nel cartone compare fin dalla prima puntata e ne diviene il protagonista. Poldo Sbaffini compare poco dopo, poiché viene pensato come spalla di quest’ultimo. Nel fumetto assume il ruolo di arbitro, colui che controlla e calma la situazione durante gli incontri pugilistici a cui partecipa Braccio di Ferro. Nel cartone, tuttavia, Poldo viene banalizzato, la sua presenza diventa superflua, col solo scopo di aumentare le risate. Non è più un arbitro, bensì un mangione di hamburger, scroccone e imbroglione, dalla furbizia ineguagliabile.

Il fumetto fu dapprima trasformato in cortometraggi animati prodotti per la Paramount Pictures, poi, nel 1957, passò nelle mani Fleischer. Soltanto dal 1978 al 1987 fu preso in carico dalla Hanna & Barbera production, che produsse una serie di cartoni animati dal titolo “Le nuove avventure di braccio di ferro”. Questi ultimi furono diretti da Gene Deitch.

Poldo di braccio di ferro: il personaggio.

Poldo è un uomo corpulento, goloso di hamburger, che molto talvolta fa da paciere alle dispute tra Braccio di ferro e Bruto, talaltre, invece, se ne tiene alla larga. Nonostante il suo aspetto e il suo modo di atteggiarsi, si capisce chiaramente che è molto furbo e intelligente. È infatti un uomo di vastissima cultura, probabilmente un nobile caduto in povertà, che tenta di dimenticare il suo fallimento mangiando panini. Questo viene lasciato intendere nel fumetto, oltre che dal suo abbigliamento. Si definisce il migliore amico di Braccio di ferro, e in un certo senso lo è davvero, sempre disposto ad aiutarlo a patto che possa avere il tempo di mangiarsi prima il suo panino a grandi morsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *