Luglio 23, 2020

Come ottimizzare la gestione del magazzino con i carrelli elevatori

Con l’avvio della Fase 3 l’Italia entra nel momento più difficile per la ripresa economica, con le imprese che devono recuperare i mesi di lockdown e fare i conti con il nuovo scenario introdotto dall’emergenza sanitaria di Covid-19. Tutte le aziende sono chiamate a rinnovare il proprio business, adottando nuove soluzioni per contenere i costi e incrementare il fatturato, con l’obiettivo di avere una liquidità di cassa sufficiente per affrontare ulteriori crisi.

L’imperativo è pianificare processi aziendali più efficienti, un cambiamento che passa inevitabilmente per una migliore gestione del magazzino attraverso una logistica ottimizzata. Si tratta di un ambito che non è più quello di qualche anno fa, quanto mai strategico per la maggior parte delle imprese. Il settore presenta ampi margini di manovra, quindi è indispensabile intervenire in modo accurato per un’organizzazione aziendale più fluida, veloce e sostenibile.

I carrelli elevatori: lo strumento giusto per un magazzino efficiente

Nella gestione del magazzino un elemento essenziale sono i carrelli elevatori e i muletti, macchine fondamentali per l’amministrazione delle merci in deposito, con le quali rendere lo stoccaggio adeguato alle necessità operative. In questo caso la logistica deve essere perfetta, con una sincronizzazione ottimale tra la sistemazione delle merci e le esigenze legate alla distribuzione. Inoltre è necessario rimuovere ogni ostacolo, affinché l’intero processo sia armonizzato e rapido.

La soluzione ideale è scegliere i carrelli elevatori giusti, rivolgendosi alle migliori aziende sul mercato come Orzi Carrelli Elevatori. L’impresa nata nel 1986 è senza dubbio un punto di riferimento nell’ambiente, in grado di proporre un’ampia scelta di mezzi per ogni necessità legate alla movimentazione delle merci in magazzino. In particolare è possibile usufruire di prezzi competitivi e macchine innovative, con soluzioni personalizzate e veicoli dotati delle migliori tecnologie attualmente disponibili.

Con i carrelli elevatori è possibile rendere le operazioni più efficienti senza rinunciare alla sicurezza, grazie alle nuove dotazioni dei mezzi più moderni in commercio. Un’opzione adeguata sono i muletti elettrici, macchine dotate di batterie a emissioni zero, quindi totalmente ecologiche. Allo stesso tempo è possibile scegliere tra varie configurazioni, come i carrelli quadrilaterali per le corsie lunghe e strette, oppure i trilaterali per un mezzo economico da impiegare in ambienti molto angusti.

In alternativa sono presenti anche i carrelli retrattili, un modello meno costoso rispetto al trilaterale, dotato di meno funzionalità ma con una struttura progettata appositamente per le corsie del magazzino molto strette. Altrimenti per la movimentazione interna esistono stoccatori e commissionatori, macchinari molto apprezzati per l’ottimizzazione dello stoccaggio e la spostamento delle merci meno pesanti da un punto all’altro del magazzino.

Carrello elevatore: costi e soluzioni di acquisto e noleggio

I carrelli elevatori sono veicoli cruciali per la logistica del deposito, infatti consentono di migliorare i processi interni, semplificare il lavoro degli addetti al magazzino e garantire condizioni di sicurezza più elevate. Il costo di questi mezzi dipende dal modello, con prezzi che possono andare da circa 15/20 mila euro per le macchine più piccole ed economiche, fino ad arrivare ad oltre 90 mila euro per quelle più grandi ed evolute.

In alternativa è possibile optare per dei mezzi usati oppure scegliere il noleggio di carrelli elevatori, per ammortizzare le spese e delegare la manutenzione del muletto. Oggi infatti si possono trovare soluzioni per ogni necessità aziendale, con servizi su misura e assistenza qualificata offerti nei migliori rivenditori italiani del settore. Ad ogni modo è importante individuare il carrello giusto a seconda del magazzino, tenendo conto anche delle esigenze legate al business e alle attività della logistica.

Inoltre è necessario considerare le agevolazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio, come gli incentivi del Piano Impresa 4.0 per l’acquisto di attrezzature, impianti e macchinari, con i quali è possibile ricevere un contributo e un finanziamento a condizioni vantaggiose fino al 75% dell’investimento. Non si tratta dell’unica misura, infatti sono previste anche le agevolazioni della Nuova Sabatini e il super ammortamento tramutato in credito d’imposta.

Per ottenere gli incentivi è indispensabile inviare la domanda seguendo le linee guida del MISE, il Ministero dello Sviluppo Economico, rivolgendosi presso banche e finanziarie convenzionate con i programmi di finanziamento pubblico alle imprese. Inoltre è fondamentale acquistare i carrelli elevatori soltanto dalle migliori aziende del settore, non solo per trovare mezzi di qualità e un corretto rapporto qualità-prezzo, ma anche per ricevere supporto durante tutte le fasi di scelta del macchinario e sull’iter per l’ottenimento delle agevolazioni fiscali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *