Ologramma: cos’è e come funziona l’olografia

Sei curioso di sapere come funzionano gli ologrammi e cos’è l’olografia? Vorresti realizzare immagini tridimensionali ma non sai come fare? Non ti preoccupare, perché in questo articolo ti mostreremo come trasformare il tuo smartphone in un proiettore 3D, aiutandoti a creare ologrammi perfetti con una semplice applicazione per Android e iOS. Vuoi qualcosa si più professionale? Per ottenere un ologramma 3D di alta qualità non ti resta che acquistare un proiettore olografico tridimensionale, ma prima lascia che ti mostri come è nata questa tecnica di realtà aumentata.

Cos’è l’olografia

Se stai leggendo questo articolo probabilmente avrai sentito parlare di olografia, chiedendoti di cosa si tratti. Nello specifico l’olografia altro non è che un tecnica, la quale grazie alle moderne tecnologie e all’utilizzo di fotocamere speciali permette di creare degli ologrammi, rappresentazioni di persone, oggetti o animali virtuali, che possono essere inserite in un contesto reale, mischiando elementi di fantasia con personaggi e contesti assolutamente reali.

In poche parole si tratta di realtà aumentata, uno scenario in cui in mezzo a un contesto reale sono presenti anche elementi irreali, elaborati digitalmente e inseriti nell’ambiente attraverso l’utilizzo di proiettori olografici 3D, ovvero in tre dimensioni. Questo aspetto permette di rendere ogni ologramma estremamente reale, tanto che rimane difficile distinguere nitidamente la finzione dalla realtà.

Negli ultimi anni l’olografia sta diventando sempre più diffusa e apprezzata, utilizzata in vari ambiti come il marketing, gli eventi, gli spettacoli, la pubblicità, i videogiochi, le applicazioni per smartphone e tablet, i musei e molti altri ancora. Tra gli eventi più famosi in cui sono stati adoperati ologrammi ci sono stati la presentazione della collezione sportiva del brand Freddy nel 2014, che grazie all’olografia a inserito in passerella modelle virtuali e gli ultimi modelli di calzature dell’azienda, oppure il Circo Roncalli in Germania, che in collaborazione con i proiettori 3D dell’impresa Optoma ha messo in scena uno spettacolo con animali virtuali, degli ologrammi di grandi dimensioni.

Ologramma di una persona: esiste davvero?

Come abbiamo visto un ologramma è una rappresentazione digitale di un elemento, un individuo o un animale, che vengono proiettati su uno scenario tramite immagini tridimensionali realizzate con fasci di luce laser oppure ottici. L’olografia è proprio questa tecnica, parola che deriva dal termine inglese holography, introdotto nel 1948 dal premio Nobel Denis Gabor, che utilizzò tale tecnologia per evitare le contraffazioni delle banconote dell’epoca.

Uno degli ambiti in cui gli ologrammi sono maggiormente impiegati è il cinema, in cui l’olografia permette di ricreare scenari digitali, inserire persone tramite ologrammi 3D, oppure mischiare la realtà con la finzione per mettere in scena film impossibili da realizzare con le tecniche tradizionali. Basta pensare a lungometraggi come Star Wars, il Signore degli Anelli o alla saga di Harry Potter, che senza l’olografia sarebbero stati ancora soltanto dei libri o dei film palesemente finti.

Gli ologrammi di una persona sono oggi una delle tecniche più apprezzate dalle aziende, che adoperano tale procedimento per creare campagne pubblicitarie come quella della Kit Kat in Giappone, oppure programmi televisivi come quelli della BBC, dove accanto a dei veri presentatori sono stati inseriti degli ospiti virtuali sotto forma di ologrammi. Ciò che stupisce è la possibilità di comunicare con una persona/ologramma, come dimostrato da un esperimento condotto dal CNR nel 2014.

In particolare l’Istituto Nazionale di Ottica del CNR è riuscito 5 anni fa a usare un proiettore 3D per inserire l’immagine di una persona, ovviamente in formato virtuale, che tuttavia ripeteva tutti i movimenti dell’individuo in carne e ossa, di fatto consentendo a chi guardava l’immagine di comunicare in tempo reale. Oggi i progressi delle nuove tecnologie permettono di usare questa tecnica anche con piccoli dispositivi mobili, come smartphone e tablet, offrendo la possibilità a due persone che vivono lontane di parlarsi dal vivo, oppure a un parente di dialogare con il proprio genitore anziano.

Ologramma dell’universo: di cosa si tratta

In ambito scientifico l’olografia ha provocato la creazione di alcune teorie, che mettono in collegamento ologrammi e universo. Nello specifico alcuni scienziati credono che l’universo sia un immenso ologramma, ma non in sole tre dimensioni, bensì addirittura in 10 o più dimensioni. Alla base di questi pensieri c’è la considerazione del tessuto dello spazio-tempo, oltre ad un aspetto difficilmente spiegabile, l’accelerazione con la quale l’universo si sta espandendo potenzialmente tendendo all’infinito.

Tra i pionieri di queste ricerche c’è il fisico e matematico Willem de Sitter, rinomato per aver postulato l’universo di de Sitter, un modello semplificato senza materia che tenta di fornire un ambiente statico alla teoria della relatività generale di Albert Einstein, un vero rompicapo da diversi decenni. L’universo ha da sempre riscosso molto successo tra i curiosi e gli appassionati, tuttavia sono diversi gli scienziati che mettono in guardia contro queste teorie, giudicate da molti come puramente fantasiose e prive di solide basi analitiche e matematiche.

La possibilità che l’universo sia un ologramma in 10 dimensioni, di cui noi essere umani riusciamo a vederne e capirne appena quattro, altezza, profondità, larghezza e tempo è afascinante, non c’è dubbio. Inoltre per diversi anni sembrava potesse mettere d’accordo due teorie ancora oggi inconciliabili, quella della relatività e le leggi della meccanica quantistica, unendo due mondi che appaiono mossi da leggi fisiche differenti e completamente diverse, ciò che vale nel mondo macro sembra non valere nel mondo micro.  

Cos’è un ologramma 3D in movimento?

Una particolare tecnologica permette di realizzare ologrammi 3D in movimento, una soluzione estremamente suggestiva che rende l’olografia una tecnica ancor più realistica e appassionante. Gli ologrammi statici erano uno standard fino al 2010, quando un progetto dello scienziato ricercatore Nasser Peyghambarian dell’Università dell’Arizona non creò un sistema olografico che simula il movimento.

In questo modo è possibile registrare delle immagini tridimensionali, ad esempio di una persona o un animale, scattate da una serie di fotocamere ad alta risoluzione che riprendono da varie angolazioni. Dopodiché gli scatti sono processati insieme per creare l’effetto 3D, mentre un proiettore olografico emette un raggio laser che riproduce l’ologramma in movimento, sensazione data dal refresh costante dell’immagine e dalla sovrapposizione delle inquadrature da prospettive differenti.

Come creare un ologramma con specchi e prisma

Oggi esistono varie tecniche olografiche per creare ologrammi giganti, riproduzioni 3D di persone, animali, oggetti e scenari surreali. Un modo molto semplice prevede l’utilizzo di un prisma, uno specchio a forma poliedrica che consente di spezzettare l’immagine proiettata al suo interno, creando un effetto simile a quello degli ologrammi digitali. Naturalmente non si tratta di un procedimento sofisticato, tuttavia basta acquistare un prisma di plastica per ottenere un’immagine che offra un certo senso di profondità.

Bisogna soltanto proiettare un’immagine al di sotto del prisma, ad esempio con un tablet, un proiettore 3D o uno smartphone, in questo modo le facce del poliedro funzioneranno come degli specchi riflettenti, ognuna delle quali rimbalzerà l’immagine da una prospettiva diversa. Perciò, quando le sfaccettatura della proiezione saranno unite al centro del prisma, sembrerà che l’elemento si trovi realmente nell’ambiente, una vera immagine tridimensionale al costo di pochi euro.

App per ologrammi iOS (iPhone, iPad, iPod Touch)

Nonostante sia possibile creare ologrammi con un semplice prisma di plastica o vetro, avviando sul dispositivo mobile la riproduzione di un semplice video da YouTube, è possibile utilizzare delle apposite applicazioni per iPhone, iPad e iPod Touch iOS. Una delle migliori in commercio è Hologramium 3D AR, scaricabile gratuitamente su iTunes App Store, un’app che permette di realizzare illusioni ottiche con dispositivi iOS dotati di un sistema operativo di almeno la versione 10.3 o successive.

Una delle migliori app iOS per creare ologrammi con l’iPhone è iHologram, che consente di personalizzare le immagini 3D da proiettare al di fuori del terminale, in grado di gestire l’orientamento della figura tridimensionale e compatibile anche con iOS 6. Altrimenti è possibile eseguire il download di Hologram Shark 3D Simulator, un’app per iOS con la quale realizzare ologrammi di squali, personalizzando l’animale per renderlo aggressivo, comico oppure simpatico, in base alle proprie esigenze.

Un’altra applicazione divertente per iPhone e iPad è Cellulare Detonator Prank, un’app gratuita con acquisti suggeriti all’interno, con la quale è possibile trasformare la tela del proprio melafonino in un proiettore olografico, ad esempio creando effetti come buchi nel display, fori di proiettili, oppure danneggiamenti simulati causati da ordigni esplosivi.

App per ologrammi Android (smartphone, tablet)

Per i dispositivi Android, smartphone e tablet, su Google Play Store è possibile trovare tantissime applicazioni per realizzare ologrammi con il telefono. Una delle più apprezzate è Vyomy proiettore Ologramma 3D, un’app con cui si possono riprodurre in maniera tridimensionale i video salvati nella galleria, basta avviare la riproduzione e utilizzare un semplice foglio di plastica.

Un’altra applicazione per l’olografia con Android è Ologramma tastiera Tema, un programma che consente di dare vita alla tastiera del telefono, per vedere i tasti proiettati come immagini 3D al di fuori dello schermo, visualizzando ologrammi di numeri, lettere e persino emoticon. Non da meno è anche Hologram Background, un’applicazione per Android che permette di animare gli sfondi del terminale, trasformando oltre 6500 temi in proiezioni olografiche per rendere unico ogni sfondo dello smartphone.

I migliori proiettori di ologrammi in commercio

Nonostante esistano tecniche e applicazioni per creare dei semplici ologrammi, il modo migliore e più professionale per realizzare immagini in 3D virtuali di realtà aumentata è acquistare un proiettore di ologrammi. Su Amazon si possono trovare diversi apparecchi, disponibili anche a prezzi piuttosto contenuti, che consentono di realizzare immagini olografiche abbastanza interessanti, per divertimento o per creare video unici e originali.

Ad esempio è possibile comprare il proiettore Ashata, in vendita con un prezzo di 163,99€, un dispositivo con cui ottenere immagini ad altissima densità, dotato di una memoria micro SD da 16 GB aumentabile fino a 128 GB, ideale per lavori di marketing e di pubblicità, per negozi e società specializzate. Altrettanto utile per questo scopo è il proiettore 3D LanLan, un creatore di ologrammi portatile che può essere installato in qualsiasi ambiente, che può mostrare immagini tridimensionali di oggetti, persone o animali caricati in formato video o foto.

Per chi desidera un proiettore di altissima qualità segnaliamo l’Ashata 3D, disponibile sempre su Amazon con un prezzo di vendita di 874,99€. Questo apparecchio offre una risoluzione avanzata, fino a 1024×1024 pixel, con display 3D e controllo Wi-Fi tramite applicazione per i dispositivi mobili, per rendere qualsiasi immagine video una realtà virtuale perfettamente armonizzata con lo spazio reale, con angolo di visione di 160° e riproduzione in HD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *