Ottobre 23, 2021

Dieta vegetariana per dimagrire: esempi menù e consigli

dieta vegetariana per dimagrire

La dieta vegetariana è una dieta che prevede principalmente il consumo di frutta e verdura. A differenza della dieta vegana sono ammessi anche cibi di origine animale come formaggi e latticini, miele, pappa reale e uova. Non sono ammessi però carni di qualsiasi tipo, e pesce.  La dieta vegetariana viene utilizzata anche per dimagrire, in questo caso, però, viene ridotto il consumo di cereali, e di formaggi e uova. Questo perché i carboidrati apporterebbero troppe calorie, mentre i formaggi e le uova sono troppo grassi. Bisogna pertanto affidarsi ad un professionista per evitare carenze di qualsiasi tipo, oltre che prevenire rischi di salute legati ad un abbassamento del metabolismo.

Dieta vegetariana per dimagrire

La dieta vegetariana è composta da verdure e frutta sia fresca che secca. Esse svolgono un ruolo importante per la dieta poiché sono ricchi di sali minerali. Per esempio, le noci, mandorle e pistacchi sono utili per ripulire il sangue da eventuali patologie cardiovascolari e colesterolo, mentre verdure come peperoni, pomodori e broccoli, sono importanti per fornire al corpo la giusta quantità di vitamine.

Se adottiamo un regime vegetariano per dimagrire dobbiamo prendere in considerazione che la dieta deve essere ben equilibrata per non innescare problemi di salute come anemia, dolori muscolari, problemi di metabolismo. Questo perché con la dieta vegetariana si riduce il consumo di vitamina b12, e se usata per dimagrire, anche di carboidrati, scambiati erroneamente come la causa dell’aumento di peso. Dovremo, pertanto, inserire saltuariamente la vitamina B 12, oltre che altri integratori di vitamine e sali minerali.

La vitamina B 12 è importante perché favorisce:

  • La trasformazione dei nutrienti in energia
  • In coppia con l’acido folico previene l’anemia
  • Previene l’osteoporosi
  • è indispensabile per la crescita
È, inoltre, un valido sostegno nella riduzione dello stress, e quindi per l’aumento del buonumore.
Vi sono poi altri integratori importanti come l’Omega3, e integratori di vitamine, che aiutano ad prevenire eventuali carenze.
È altresì importante seguire una alimentazione equilibrata, salvaguardando la salute dell’intestino. Per farlo si possono assumere alimenti probiotici e prebiotici. I probiotici sono i comuni fermenti lattici, mentre i prebiotici si trovano in alimenti come: soia, avena, porro, aglio, asparagi, carciofi, cicoria, banane, miele, germe di grano, fagioli.
Infine è necessario bere molta acqua per mantenere idratato il corpo e favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Dieta vegetariana: esempi di menù

Il menù descritto di seguito ha il solo scopo rappresentativo. Se si decide di intraprendere questa dieta, infatti, è importante farsi seguire da un nutrizionista per evitare carenze e ottenere risultati migliori.

Giorno 1

Colazione: un bicchiere di succo di pompelmo e una tazza di muesli  con latte di avena o soia
Merenda di metà mattino: tre mandorle
Pranzo: 70g di  pasta integrale condita con pomodoro fresco e olio extra vergine, verdure al vapore (carote, bieta, finocchi), e un piccolo pezzo di grana.
Merenda di metà pomeriggio: un frullato di frutta con latte scremato
Cena: tofu in padella con funghi e asparagi e un pugno di riso integrale lessato
Dessert: una coppetta di sorbetto al limone

Giorno 2

Colazione: due fette biscottate integrali  con crema di formaggio di soia e una tazza di the verde
Merenda di metà mattino: un bicchiere di latte scremato
Pranzo: ratatouille  di verdure, una fetta di pane di segale oppure fagiolini lessati saltati in padella con 1/2 cucchiaino di olio evo e uno spicchio d’aglio; e una fetta di pane integrale
Merenda di metà pomeriggio: uno yogurt
Cena: patate e broccoli lessati più  sue fette di pane integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *