Giugno 30, 2022

Divani letti a castello: come sono fatti? A quanto si possono acquistare?

letti

I Divani letti a castello sono soluzioni adatte a chi ha case piccole, e magari ha bisogno di mettere un posto letto nella zona soggiorno.

Si tratta di un divano a due piani, dove sotto vi è il divano vero e proprio trasformabile in un letto, e sopra un letto a castello.

Molte marche propongono soluzioni di questo tipo, come per esempio Berto Salotti, e Diotti.

Si tratta di una soluzione pratica e funzionale, anche se non propriamente estetica. Se si decide di inserire un divano letto a castello nel proprio soggiorno, infatti, bisogna scegliere accuratamente il proprio arredo, altrimenti si rischierebbe di dare alla propria casa un aspetto trasandato.

Queste soluzioni, inoltre, sono adatte a divani lineari, da due o tre posti. È difficile trovare un modello come questo con la penisola o angolari, in quanto ne risentirebbe la parte estetica del divano.

Divani letti a castello: modelli e prezzi

I Divani letti a castello sono composti da due piani, dove nel piano sotto si trova il divano trasformabile in un letto, e in quella sopra il letto a castello.

La componente del divano, solitamente, è di tipo lineare da due o tre posti. Può essere comodamente trasformato in un letto estraendo la parte mancante, oppure piegandolo. Il letto estratto solitamente è singolo, e rispecchia esattamente quello di sopra.

Il secondo piano è sorretto da ferri che corrono lungo i fianchi del divano letto. La scala per salire al piano di sopra è posta su un lato, mentre il lato frontale è completamente libero.

Molte aziende producono soluzioni di questo tipo, cercando di adattarle sia allo stile antico che a quello moderno. I prezzi possono variare da un minimo di 350€ ad un massimo di 1500€.

Il prezzo varia anche in base alla metodologia di estrazione del letto dal divano, dalla rete, e dal tipo di materasso.

Soluzioni di arredo

È chiaro che questo tipo di divano non è per tutti gli stili di arredo.

Non è una soluzione di divano molto diffusa in Italia, e viene adottata principalmente per arredare monolocali, mansarde e taverne.

Può essere la soluzione adatta anche per le camere da letto dei bambini in cui si vuole creare un’area di soggiorno per i giochi o il relax. È infatti utile separare queste attività dalla zona notturna per promuovere il corretto riposo.

Anche le famiglie che vivono in un bilocale possono approfittare di questo mobile di arredo, per ricreare un’area per i figli in soggiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *