Plexiglass: cos’è, prodotti migliori e perché sceglierlo

Se siete in cerca di un’alternativa economica al vetro ma dallo stesso rendimento estetico, probabilmente il plexiglass è il materiale che cercate! Le ultime tendenze, negli showroom, lo vedono protagonista della zona living e delle più moderne sale da pranzo. Si adatta a tantissime tipologie di stili conferendo all’ambiente un design unico, semplice e particolare al tempo stesso.

Cos’è il plexiglass?

Il plexiglass o polimetilmetacrilato è un polimero plastico trasparente, disponibile in tantissimi spessori e che fa le veci del più impegnativo vetro. Viene spesso scelto perché ben più economico e resistente al carico. Essendo meno facile alla rottura è compatibile con la presenza di bambini che potrebbero danneggiare gli elementi d’arredo con conseguente rischio di pericolosi tagli. Il materiale risulta, allo stesso modo, elegante e facile da pulire. Sedie e tavoli in pexiglass spopolano sui cataloghi già da qualche anno, ma nel 2019 hanno raggiunto un culmine storico di utilizzo.

Cosa viene costruito col plexiglass?

Abbiamo parlato di sedie e tavoli, i veri protagonisti dei soggiorni, ma non solo i soli campi d’applicazione di questo materiale così innovativo: non è raro infatti, imbattersi in cassettiere, cestini, bicchieri, servizi di piatti e mensole interamente o parzialmente in plexiglass. Avendo così tante applicazioni, è anche uno dei materiali più usati per il bricolage e per il fai da te. Il suo utilizzo e intaglio risulta facile e versatile e pertanto, la costruzione di piccole bacheche o armadietti risulta molto facile, anche per semplici amatori. I colori del plexiglass sono il suo punto forte: si presta, infatti, a tantissime sfumature e applicazioni decorative.

Pro e contro del plexiglass

Come tutti i materiali, anche il plexiglass ha i suoi lati positivi e i suoi lati negativi. In questo caso punteremo l’accento sulle differenze tra il materiale e il suo antagonista naturale: il vetro.

Innanzitutto, parliamo della resistenza: Se è vero che il plexiglass ha un range di rottura ben più ampio del vetro, è tuttavia, più facile da graffiare. Se sgrassare cabine doccia con spugne abrasive e anticalcare è un’attività proficua al fine di rendere il vetro lucido e pulito, col plexiglass sarà meglio fare attenzione e utilizzare il lato opposto e più delicato della spugnetta.

Tuttavia, rispetto al vetro, è più semplice da riparare in caso di graffi e abrasioni.

Temperature: il vetro è utilizzatissimo in cucina, tuttavia, non risponde bene a repentini cambiamenti termici. Il plexiglass, essendo una plastica non subisce danneggiamenti dallo shock termico. Tuttavia, temperature troppo elevate potrebbero dar problemi alla consistenza del materiale.

Pulizia: la medaglia al merito, in questo caso, va al vetro. Il plexiglass, seppur facile da pulire, attira una maggior quantità di polvere e pertanto, merita più attenzione e manutenzione, specialmente in caso di allergie di chi vive in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *