Agosto 1, 2021

Portico sostenuto da colonne: quali sono le caratteristiche del ciborio? Come costruirlo?

Portico sostenuto da colonne

Il Ciborio è un portico sostenuto da colonne con elementi architettonici. Solitamente è composto da quattro oppure otto pilastri, in base alla dimensione dello stesso. La parte superiore è fatta a baldacchino, e poggia sugli elementi portanti formando degli archi.

Il Ciborio è un elemento architettonico di prestigio, utilizzato principalmente per gli edifici religiosi, o anticamente per ville patrizie. Oggi, il ciborio è ancora usato nelle basiliche, e come elemento architettonico per arredare case di lusso.

Un esempio di ciborio antico a tema religioso può essere visto nel Duomo di Milano, nella Basilica Apollinare in Classe di Ravenna, oppure nella Basilica di San Nicola di Bari.

Origine del Ciborio

Il ciborio veniva originariamente era progettato unicamente come elemento religioso, posto su una parete del presbiterio all’interno di chiese e basiliche. Si distingueva dal pisside, poiché il ciborio includeva anche il tabernacolo.

Veniva utilizzato come fonte battesimale, oppure come protezione dell’altare, poiché in quest’ultimo venivano poste le reliquie dei martiri. Nel tardo medioevo fu inserito anche nelle cappelle all’interno di ville e castelli di nobili.

Caratteristiche del ciborio, un portico sostenuto da colonne

Il ciborio è un portico solitamente composto da quattro oppure otto colonne che sostengono una parte superiore formando degli archi. Può essere in stile gotico, oppure in stile moderno. Solitamente ha una forma quadrata, ed è aperto lungo tutti e quattro i lati.

Elementi architettonici come una parte superiore più sporgente, fatta a baldacchino, oppure decorazioni in stucco o in legno, aggiungono un forte valore estetico al porticato.

Portico sostenuto da colonne: il ciborio oggi

In passato questo particolare tipo di portico sostenuto da colonne aveva un valore prettamente religioso. Veniva utilizzato nelle ville patrizie come cappella monumentale, oppure all’interno di chiesette annesse all’edificio.

Oggi, oltre a trovarlo all’interno di chiese e Basiliche, viene utilizzato anche nelle ville private per aggiungere valore alla casa. Lo stile utilizzato è moderno, e il baldacchino, la parte superiore, è decisamente più lineare.

Trattandosi di una costruzione permanente, per costruirlo è necessario chiedere il consenso in comune. Può essere costruito sia in legno che in muratura, a seconda dell’effetto che si desidera ottenere. Per avere maggiore eleganza, è bene rivolgersi a dei professionisti, che si occuperanno anche del progetto e della relativa documentazione burocratica.

Il ciborio può essere utilizzato come gazebo, per mangiare nel periodo primaverile o estivo nel proprio giardino, oppure semplicemente per accogliere gli ospiti in un’ambiente esterno alla casa. Per fare questo basta arredarlo con dei divanetti e un tavolino basso, oppure con un tavolo da giardino e delle sedie coordinate.

Un’altra idea per utilizzare il ciborio è quella di renderlo una serra elegante per le nostre piante, montando dei vetri scorrevoli lungo i quattro lati del portico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *