Robot umanoide Pepper: come funziona, prezzo e caratteristiche

Nel settore dei robot umanoidi una delle aziende più famose è Softbank Robotics, un’impresa giapponese che produce da diversi anni apparecchi avanzati, destinati alla commercializzazione. Tra i modelli più riusciti della società c’è Pepper, un robot umanoide domestico sviluppato per la socializzazione, l’apprendimento dei bambini e la ricerca, disponibile per il momento soltanto per associazioni, scuole e imprese.

Robot Pepper: cos’è come funziona

Pepper è un robot di ultima generazione, caratterizzato da un’estetica accattivante pensata appositamente per piacere ai bambini, una piccola macchina intelligente in grado di imparare, comunicare ed effettuare piccoli movimenti. Arrivato sul mercato nel 2015, si tratta ad oggi del robot umanoide domestico più venduto al mondo, con oltre 1.000 ordini al mese.

Al momento è disponibile soltanto nella versione per le aziende, di cui oltre 2.000 hanno già acquistato questo modello a scopi educativi e di apprendimento di materie tecnologie. Pepper è disegnato e sviluppato per interagire con gli esseri umani, rispondendo alle loro domande e imparando da solo a relazionarsi con ogni interlocutore differente.

Il robot è alto 120 cm, quindi circa 1 metro e venti, pesa 28 chili ed è in grado di muoversi autonomamente, tramite una serie di ruote motrici posizionate nella base della macchina. Nella parte frontale è dotato di un tablet, integrato nella struttura, sul quale può visualizzare qualsiasi cosa e permette ai suoi proprietari di programmarlo, in base alle proprie esigenze.

Pepper può muovere sia le gambe che la testa e le braccia, attraverso dei sensori e dei piccoli motori, in tutto circa una ventina, con cui riesce a simulare espressioni e comportamenti simili a quelli degli esseri umani. Nelle dotazione tecnologica sono presenti anche dei microfoni, una fotocamera 3D e una telecamera, che gli consentono di riconoscere persone e immagini.

In tutto è dotato di 20 gradi di libertà, riconosce fino a 15 lingue differenti, tra cui italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo, può conversare con le persone, interagire e muoversi senza urtare oggetti e persone. Grazie a una piattaforma open source è possibile programmare questo robot in base alle proprie preferenze, tramite un software apposito rilasciato dall’azienda giapponese.

Dove trovare robot Pepper?

Come accennato non è ancora possibile comprare Pepper per i privati, infatti è disponibile soltanto per le aziende e le scuole che ne fanno richiesta, visto anche il prezzo elevato di circa 20.000€. Una delle ultime consegne è stata realizzata allo Smithsonian Museum di Washington DC, sede tra l’altro di un evento in cui sono stati schierati ben 25 robot umanoidi Pepper insieme allo stesso tempo.

Se la vendita al grande pubblico non è ancora una realtà, la Softbank Robotics sta stringendo accordi con alcune imprese come Renault, che dovrebbe comprare il robot per offrire un servizio di accoglienza in alcune concessionarie pilota. Tuttavia in Giappone Pepper è già presente in molte aziende, tra cui la catena di ristoranti Amazushi, dove intrattiene i clienti e li informa sul menù e le ultime novità in carta.

Sicuramente il robot è una risorsa importante, per tutte quelle imprese e scuole che possono permetterselo, poiché è in grado ad esempio di insegnare ai bambini a programmare, spiegando nel dettaglio come è stato costruito e come funziona, un modo nuovo di apprendere la tecnologia e la robotica estremamente interattivo. Probabilmente nei prossimi anni inizieremo a vedere Pepper anche all’interno delle nostre abitazioni, intento ad educare i bambini, conversare con gli adulti e svolgere una serie di servizi di intrattenimento e informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *