Ottobre 2, 2022

Ho ucciso Napoleone: dove vederlo, trama del film e attori

Film

Ho ucciso Napoleone è un film italiano del 2015, diretto da Giorgia Farina, e interpretato da Micaela Ramazzotti, Libero de Rienzo, Elena Sofia Ricci, e Adriano Giannini.

Il film ha una durata di 90 minuti, ed è stato prodotto Angelo Barbaglio in collaborazione con Gaetano Daniele, con le case Bibi Film e Rai Cinema.

Si tratta di una commedia grottesca, che ha fatto il suo debutto nelle sale cinematografiche italiane il 26 marzo 2015, ed è stato distribuito da 01 Distribution. Purtroppo, però, ha fatto fiasco, incassando soltanto 573.115€ al botteghino.

Trama di Ho ucciso Napoleone

Il film vede come protagonista Anita Petroni, interpretata da Micaela Ramazzotti, una donna in carriera che ha deciso di sacrificare i rapporti con il prossimo per avanzare nel suo lavoro.

Un giorno, la sua vicina di casa le affida Napoleone, il suo pesciolino rosso, nel momento in cui deve partire per le vacanze. Dopo poco tempo, si rende conto di non voler mantenere la promessa data alla bambina, e getta senza scrupolo il piccolo Napoleone nel Water.

Viene licenziata subito dopo aver scoperto di essere incinta del suo Cappo Paride Presca, e comincia a meditare vendetta chiedendo aiuto ad una serie di donne che prendono a cuore la sua causa, e a Biagio, un avvocato segretamente innamorato di lei.

Anita sceglierà Biagio come padre putativo di sua figlia, innamorandosi di conseguenza di lui. A questo punto si scopre che Biagio, in realtà non ha nessuna infatuazione per lei, e l’ha usata solo per la sua scalata sociale, e per boicottare la sua causa.

Dopo diverse peripezie, scoprirà che Biagio era il reale colpevole del suo licenziamento, e non Paride come credeva lei.

A questo punto, le cose per Anita tornano a scorrere per il meglio, che viene riassunta e può concentrarsi nuovamente sulla sua carriera, mentre cresce la piccola Dora insieme a Paride.

Il fiasco al botteghino

Il Film, pur essendo dotato di personaggi di spicco del grande schermo italiano, non ha avuto i consensi dalla critica, e dal suo pubblico.

A parte la scena della morte del pesce, non vi sono riferimenti con il titolo, e il film in sé è piuttosto grottesco.

Nonostante Micaela interpreta il suo ruolo al meglio, quindi, il film non è riuscito a raggiungere gli obiettivi sperati, e ad essere apprezzato al meglio.

La pellicola è comunque rimasta nelle sale cinematografiche per quasi due mesi, e ha raggiunto oltre 573 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *